Categorie
Web

Social Media Marketing Radar

Quando si parla di social media sono sempre i soliti siti web a venire citati: Facebook, Twitter, Youtube, GooglePlus.

In realtà la realtà di Internet è connotata da una miriade di altri grandi, medi e piccoli siti che raccolgono community anche importanti di utenti. Spesso anche più profilate e adatte a un uso marketing specifico. A patto di sapere prima di partire dove si vuole arrivare…

The radar focuses attention and resources on the sites appearing towards its centre, as these sites are generally agreed on as the most important. Although this may seem a lot of effort to go beyond the main networks, you’ll often find more passionate audiences who are more willing to engage and share…

Grazie all’articolo di Smart Insights potete esplorare l’universo nascosto delle social media community.

social-media-marketing-radar

Categorie
Web

Professionisti del web: come capirne la qualità?

come distinguere un professionista webDovete affidare un progetto Internet a un professionista ma, definite le vostre necessità e scritti dettagliatamente i requisiti, siete di fronte al dilemma: sarà bravo o no il professionista a cui mi sto affidando?

Come posso capire se il lavoro che mi sarà consegnato sarà di qualità visto che mi sto affidando a qualcuno proprio perché non sono in grado di percepire totalmente dove la qualità del lavoro che devo realizzare va messa (accessibilità, usabilità, standard web… non sempre sono contenuti nei requisiti).

Un’azienda infatti ha chiari gli obiettivi che vuole raggiungere con il progetto che mette in cantiere – non è sempre vero per la verità ma assumiamolo come ipotesi – ma no è detto che sappia se il prodotto che viene realizzato ha la qualità di realizzazione “di basso livello”.

Il quesito non è banale, anzi. Io ritengo che la risposta sia nella volontà di trovare la qualità. Fare una ricerca online per vedere i lavori svolti dal professionista a cui ci siamo affidando aiuta. Guardare i lavori presenti in un portfolio non solo con gli occhi dell’estetica (che bello! tutto in flash, fantastico…) ma cercando di usare i siti realizzati sperimentandone l’usabilità.

Oltre al prezzo c’è di più e se per altri acquisti la qualità di quello che si compra ha un valore non capisco perché per il web conti solo spendere il meno possibile.

L’attenzione per la SEO, molto in voga in questi ultimi anni, ha migliorato un poco la salute del codice (dato che Google indicizza meglio i contenuti strutturati come si deve) a patto però che la web agency non scelga di utilizzare ostinatamente il CMS sbagliato per il progetto giusto.

Ma di chi è la colpa, degli sviluppatori? Io credo che sia una questione di forma mentis: bisogna essere molto fortunati nell’incontro con i propri mentori…

Come fare allora? E di chi è la colpa se molte web agency lavorano male? Marco Bertoni, un ottimo professionista del web ha scritto le sue riflessioni a riguardo. Io le condivido e voi? Ecco il suo post: Come distinguere un bravo professionista del Web

Aspetto i vostri commenti!

Categorie
Web

Gli elementi di un web design "pulito" ed efficace

elementi di un web design pulito ed efficace Quali sono gli elementi di un web design efficace?

Sicuramente la struttura delle pagine, la tipografia (ovvero il tipo di caratteri utilizzati, le dimensioni dei diversi elementi tipografici, l’interlinea, la spaziatura tra i caratteri eccetera), una palette di colori adeguata e una scelta di immagini consistente con il resto del design.

Scritto così sembra facile, ma lo è davvero? Certamente, a patto di seguire un modus operandi corretto.

Il consiglio di Six Revisions nell’ottimo articolo The Elements of a Clean Web Design è infatti quello dipartire dalla difficoltà per poi renderla semplice. Buttare su carta tutto, per quanto complesso, arzigogolato e intricato sia.

…Clean, simple web designs have become a popular trend. This article will cover the subject through a two-part discussion. First, we’ll talk about a few traits that clean designs tend to have in common. Secondly, I’ll share some tricks and techniques that can be helpful when trying to achieve a clean design…

Poi snellire, semplificare, rendere semplice. E continuare a lavorare, affinare, migliorare… per arrivare al punto finale, al grande disegno che avevamo in mente prima di partire.

Facile, non trovate? Un passo alla volta… iniziate a leggere l’articolo!

Categorie
Web

Il social media marketing in UK: chi fa cosa e come

social media marketing in ukCome si muovono gli esperti di marketing sociale in Gran Bretagna? Cosa fanno?

È quanto si propone di dire e tenere sotto osservazione il Social Media Benchmark un nuovo studio semestrale che mostra in che modo le società e i professionisti del marketing traggono valore dai social media.

Si possono così trarre ottimi spunti nel vedere quali tattiche vengono utilizzate, com’è la gestione delle attività verso i social media e, infine, anche il ritorno ottenuto dalle azioni compiute.

La survey è stata effettuata nel corso del 2011 su un campione di 1.500 professionisti.

Una prima cosa strana – la mia sensazione era differente – è che Twitter la fa da padrone perché ben il 71% delle aziende che si affidano alle cure dei citati professionisti lo utilizza (quasi il doppio rispetto a Youtube).

It’s intended to help companies understand how they can get value from social media marketing through publishing regular waves to benchmark against. The first wave of 1500 marketers was surveyed late in 2011 and announced last week with the next wave due in June. The detailed research hasn’t been published, but a useful summary in the form of this infographic has been published…

Se volete vedere l’infografica completa leggetevi l’articolo di Dave Chaffey su Smart Insights.

Categorie
Web

Volunia.com: da oggi sono un poweruser abilitato

Quindi, in toni meno trionfali questo significa che posso cominciare a usarlo e a capirci un po’ di più…

Se qualcuno vuole un invito ne ho un paio a disposizione (basta lasciare un commento).

volunia.com