Categorie
Curiosità

Alfabetizzazione dei dati, ecco come le aziende devono muoversi

Quali saranno le aree strategiche per la vostra azienda nei prossimi 5 anni? Alla domanda che Idc ha rivolto ai Ceo intervistati nella sua ricerca l’80% indica i dati, in particolare l’uso dei dati nei modelli decisionali, allo scopo di ottenere un vantaggio competitivo.

Nonostante l’ovvia risposta – da mesi si sente infatti dire che i dati sono il nuovo petrolio e l’assunto, bene o male, è per forza di cose entrato in testa ai decisori aziendali – la maggior parte delle imprese non sa però quanto valore stia davvero ottenendo dai dati di cui dispone.

Per questo serve loro un’azione di alfabetizzazione dei dati che, insieme a nuove tecnologie le aiuteranno a raggiungere una maggiore consapevolezza, reagire più rapidamente agli eventi, supportare un insieme più ampio di decisioni o automatizzarne alcune.

Ecco allora che nell’attuale scenario competitivo i dati e l’intelligenza a essi collegata rappresentano un’opportunità unica per creare un valore inimmaginabile.

Gli algoritmi stessi stanno trasformando la società, le imprese e le regole della competizione.

Alfabetizzazione dei dati, lo scenario futuro

Idc stima che entro il 2024 le aziende che riusciranno a rendere operative soluzioni di gestione, integrazione e analisi dei dati basate su tecniche di machine learning vedranno raddoppiare la produttività dei dipendenti che lavorano in questi settori.

La prima generazione di database e di soluzioni di integrazione e analisi autonome o parzialmente automatizzate è già sul mercato. I primi casi d’uso stanno confermando le promesse di una minore necessità di dedicare tempo ad attività manuali come ottimizzazione dei database, backup e recovery, valutazione e correzione della qualità dei dati.

L’automazione, utilizzando tecniche combinate di intelligenza artificiale e machine learning, continuerà a progredire rapidamente man mano che le aziende implementeranno forme e metodologie di monitoraggio delle prestazioni e del comportamento.

La capacità di tenere sotto controllo, apprendere e spiegare tutti i dati relativi ai processi incentrati sui dati (dei sistemi e delle persone che li utilizzano) è ulteriormente abilitata dall’adozione di soluzioni di gestione, integrazione e analisi dei dati residenti nel cloud, in grado di soddisfare le esigenze dei clienti in termini di maggiore granularità.

Nei prossimi mesi, i continui aggiornamenti alle soluzioni di gestione, integrazione e analisi dei dati basate su architetture cloud native guideranno i processi di implementazione, manutenzione e sviluppo con conseguenti miglioramenti della produttività.

Cosa serve allora alle imprese per affrontare l’industrializzazione degli analytics e della data governance attraverso gli algoritmi?

Per Idc le imprese dovranno agire su più piani – tecnologico, organizzativo e culturale – puntando soprattutto su alfabetizzazione e metriche. Entro il 2022 un terzo delle grandi aziende avvierà iniziative formali di alfabetizzazione dei dati tra i propri dipendenti per promuovere una cultura data-driven e contrastare la disinformazione.

Quindi, entro il 2023, il 70% delle grandi aziende impiegherà metriche per misurare il valore generato dai dati, migliorando così i processi decisionali e l’allocazione delle risorse interne in tutta l’organizzazione.

In un recente studio di Idc sull’uso degli analytics, il 63% degli intervistati ha dichiarato di aver visto i benefici dei big data e dei progetti di analisi ma di non averli quantificati.

La mancanza di metodi per misurare il valore dei dati inibisce decisioni effettivamente informate su investimenti in dati, integrazione e analisi. Per compiere questo passo occorre anche un adeguato livello di alfabetizzazione aziendale.

L’alfabetizzazione dei dati non è solo la capacità di utilizzare in modo efficace gli strumenti di analisi o di intelligenza artificiale. È la capacità di leggere, lavorare, analizzare e discutere con i dati.

L’alfabetizzazione dei dati è fondamentale per un’azienda nel mondo odierno dei big data e dell’intelligenza artificiale quanto l’alfabetizzazione generale lo è per la capacità di apprendimento di una persona.

È una capacità che può e deve essere sviluppata a livello individuale e per l’impresa nel suo insieme.

Categorie
Curiosità

Disquss, una prova del plugin WordPress

disqussSto verificando in questi giorni se ci sia reale vantaggio a utilizzare il plugin Disquss per la gestione dei commenti sul proprio sito o blog o se, invece, non convenga restare al sistema originale dei commenti di WordPress rafforzato da Akismet o software simili.

Questa è una prima esplorazione…

Categorie
Curiosità

Una tastiera "solare" che si fa in tre

La nuova tastiera wireless Logitech K760 è davvero spettacolare: non solo si ricarica utilizzando la luce solare (ma anche internamente è in grado di sfruttare la luce di una lampada); in più è in gradi di “accoppiarsi” con tre device Apple contemporaneamente senza perdere la sincronizzazione: un Mac, un iPad e un iPhone.

logitech-k760

Il prodotto di Logitech arriverà nei negozi in questo mese di giugno a un prezzo di circa 80 dollari.

L’utilizzo di energie sostenibili si sta quindi facendo sempre più massiccio anche per la realizzazione di prodotti di largo consumo. Sono sempre di più infatti le iniziative e le soluzioni che rispettano l’ambiente e si avvalgono di forme di energia eco compatibile. In Italia i Comuni e gli Enti, oltre alle aziende private, cominciano a essere molto sensibili all’adozione di queste tecnologie e soluzioni che trovate quotidianamente descritte in Green Planner Magazine, rivista online dedicata agli sforzi che vanno nella direzione di un uso sostenibile di ambiente e tecnologia.

Categorie
Curiosità

Treni-"taglia"

Taglia su chi ha lavorato al sito di trenitalia… il servizio di acquisto online dei biglietti va a singhiozzo (più no che sì per la verità).

E anche sui Frecciarossa pare non se la passino bene!

trenitalia

Categorie
Curiosità

Tetris: come sarebbe il trailer se fosse un film

Nell’epoca dei film avveniristici e con effetti speciali, stile Avengers e Transformers, ecco come sarebbe il trailer del mitico Tetris se fosse un film apocalittico.

Bello davvero, non credete?