Guida ai Rich Snippet: dare più risalto ai contenuti su Google

ristorante-milano I rich snippet sono elementi di arricchimento delle informazioni che vedete spesso comparire nei risultati di ricerca di Google: per esempio le stelline relative ai voti ricevuti da un hotel o un ristorante, oppure il numero delle recensioni.

Questi elementi permettono di dare maggiori informazioni all’utente ma anche di attrarne l’occhio.

Infatti la loro presenza distingue il risultato rispetto alle altre informazioni inserite nel listato dei risultati di Google.

In questa infografica, curata da SeoMoz, trovate una spiegazione grafica e molto semplice di cosa sono e come funzionano i rich snippet.

Qui di seguito trovate l’immagine (un po’ lunghetta per la verità…).

Leggi tutto “Guida ai Rich Snippet: dare più risalto ai contenuti su Google”

Optimizing Blog Readership: Reading off the Net

Leggere un articolo su web è molto differente che leggerlo su carta o su un ebook. Innanzitutto perché il web non è lineare e costringe il lettore a saltare da un punto all’altro dell’articolo: pensate alla presenza di link, di immagini da ingrandire e ad altri contenuti del genere che si possono collegare a un articolo.

Per questo la struttura di un blog e il modo di scrivere un articolo al suo interno vanno accuratamente studiati.

We have to understand such disparity to improvise on our existing blogs. When we go along with the whims and desire of these Internet readers, we optimize our blog readership. Below are fundamental differences of reading online and its optimization methods, full tips at the jump!

Se l’argomento vi interessa, potete leggere su hongkiat.com l’articolo Optimizing Blog Readership: Reading off the Net che spiega molto bene l’analisi da compiere per ottimizzare il proprio sito e il proprio modo di scrivere.

Professionisti del web: come capirne la qualità?

come distinguere un professionista webDovete affidare un progetto Internet a un professionista ma, definite le vostre necessità e scritti dettagliatamente i requisiti, siete di fronte al dilemma: sarà bravo o no il professionista a cui mi sto affidando?

Come posso capire se il lavoro che mi sarà consegnato sarà di qualità visto che mi sto affidando a qualcuno proprio perché non sono in grado di percepire totalmente dove la qualità del lavoro che devo realizzare va messa (accessibilità, usabilità, standard web… non sempre sono contenuti nei requisiti).

Un’azienda infatti ha chiari gli obiettivi che vuole raggiungere con il progetto che mette in cantiere – non è sempre vero per la verità ma assumiamolo come ipotesi – ma no è detto che sappia se il prodotto che viene realizzato ha la qualità di realizzazione “di basso livello”.

Il quesito non è banale, anzi. Io ritengo che la risposta sia nella volontà di trovare la qualità. Fare una ricerca online per vedere i lavori svolti dal professionista a cui ci siamo affidando aiuta. Guardare i lavori presenti in un portfolio non solo con gli occhi dell’estetica (che bello! tutto in flash, fantastico…) ma cercando di usare i siti realizzati sperimentandone l’usabilità.

Oltre al prezzo c’è di più e se per altri acquisti la qualità di quello che si compra ha un valore non capisco perché per il web conti solo spendere il meno possibile.

L’attenzione per la SEO, molto in voga in questi ultimi anni, ha migliorato un poco la salute del codice (dato che Google indicizza meglio i contenuti strutturati come si deve) a patto però che la web agency non scelga di utilizzare ostinatamente il CMS sbagliato per il progetto giusto.

Ma di chi è la colpa, degli sviluppatori? Io credo che sia una questione di forma mentis: bisogna essere molto fortunati nell’incontro con i propri mentori…

Come fare allora? E di chi è la colpa se molte web agency lavorano male? Marco Bertoni, un ottimo professionista del web ha scritto le sue riflessioni a riguardo. Io le condivido e voi? Ecco il suo post: Come distinguere un bravo professionista del Web

Aspetto i vostri commenti!

Gli elementi di un web design "pulito" ed efficace

elementi di un web design pulito ed efficace Quali sono gli elementi di un web design efficace?

Sicuramente la struttura delle pagine, la tipografia (ovvero il tipo di caratteri utilizzati, le dimensioni dei diversi elementi tipografici, l’interlinea, la spaziatura tra i caratteri eccetera), una palette di colori adeguata e una scelta di immagini consistente con il resto del design.

Scritto così sembra facile, ma lo è davvero? Certamente, a patto di seguire un modus operandi corretto.

Il consiglio di Six Revisions nell’ottimo articolo The Elements of a Clean Web Design è infatti quello dipartire dalla difficoltà per poi renderla semplice. Buttare su carta tutto, per quanto complesso, arzigogolato e intricato sia.

…Clean, simple web designs have become a popular trend. This article will cover the subject through a two-part discussion. First, we’ll talk about a few traits that clean designs tend to have in common. Secondly, I’ll share some tricks and techniques that can be helpful when trying to achieve a clean design…

Poi snellire, semplificare, rendere semplice. E continuare a lavorare, affinare, migliorare… per arrivare al punto finale, al grande disegno che avevamo in mente prima di partire.

Facile, non trovate? Un passo alla volta… iniziate a leggere l’articolo!

Guide to A/B Testing with Google Website Optimizer

Ecco come utilizzare questo tool gratuito di Google per ottimizzare il rendimento di una pagina web.

To generate more conversions on your website you’ll have to look into traffic statistics. Google Analytics is a fantastic service, but it can only go so far. The concepts behind A/B testing are sound and have been used within professional Internet marketing for years…

Continua a leggere su hongkiat.com nell’articolo Guide to A/B Testing with Google Website Optimizer

Guida alle applicazioni Web, in HTML5

field guide to web applicationsHTML5, avete notato che si comincia a nominarlo e a utilizzarlo ovunque oramai? Saranno state le web apps che Google Chrome ha cominiato a pubblicizzare sul suo store, saranno le effettive innovazioni che questo formato permette… fatto sta che la richiesta di web qualunquecosa con HTML5 è esplosa.

Cosa c’è di meglio allora che imparare a realizzare delle web app proprio attraverso una guida realizzata in HTML5?

Se quindi volete imparare qualcosa di nuovo in modo divertente andate su questa Field guide to web applications.

Realizzata da Html5rocks.com

Virgilio Abitare, il mondo della casa ha un nuovo indirizzo

Mi sono accorto ieri – bugia, bugia, sapevo che il sito sarebbe andato online ieri sera 😉 – del nuovo sito verticale pubblicato da Virgilio e che tratta del tema casa. Un sito particolare come potrete vedere se ci fate un salto che aggrega contenuti, indicazioni di aziende, documentazione e altro ancora concernenti il tema molto generale della casa.

virgilio-abitare-tutto-il-mondo-della-casa

Anche il nome, semplice, secondo me è molto efficace: Virgilio Abitare!

Arredare, trovare un professionista (elettricista, idraulico, muratore), trovare il negozio di arredamento più vicino a casa. Ma anche trovare informazioni su come chiedere un mutuo, su come detrarre le spese di ristrutturazione e altro ancora.

La grafica del sito è molto bella, molto moderna, molto fluida.

I contenuti vengono aggregati da varie fonti a cui viene data visibilità. Il motore di ricerca è funzionale ed efficiente.

Insomma, un progetto ben riuscito… agli utenti però spetta l’ultima parola.

Sarebbe bello poter suscitare lo stesso interesse avuto da Volunia e raccogliere così feedback importanti e interessanti da chi lo usa.

Non siate timidi dunque… commentate e usatelo!