Isolata, immobile e onirica: vi mostriamo le immagini della casa progettata per il metaverso dall’artista digitale Andres Reisinger. Sarà sostenibile?

Siamo nel metaverso, un universo virtuale che non esiste fisicamente ma in cui le esperienze e le economie diventano reali.

Grandi aziende stanno già investendo, sarà l’evoluzione della rete: nel metaverso c’è tutto, si vende, si compra, si trovano terreni da acquistare e si inizia a pensare anche al progetto, alle case, all’architettura.

È nell’onda di questo nuovo mondo parallelo che l’artista digitale Andres Reisinger, di origini argentine ma stabilito a Barcellona, in collaborazione con l’architetto Alba de la Fuente, giovane progettista spagnola, presentano il progetto di una villa a metà tra sogno e realtà, definita interamente nei suoi spazi interni ed esterni e inserita in un paesaggio invernale, contraddistinto dai toni rosati di un alba finta.

Fuori un paesaggio di neve, alberi spogli ricoperti di neve gelata, dentro un’atmosfera ispirata ai grandi maestri dell’architettura moderna: un volume semplice una grande soletta rialzata dal pavimento e pareti interamente vetrate per guardare la natura in cui l’edificio è immerso.

Le finiture e gli arredamenti interni, che l’autore dichiara ispirati ai progetti di design anni 60 di Dieter Rams, riprendono il colore rosato che tinge tutte le immagini del progetto realizzate dall’artista, alla ricerca – come lui stesso racconta – di sentimenti di pace, di immobilità e di comfort.

Credits: @reisingerandres | reisinger.studio | @albadlfuente_

A noi che osserviamo da un video ma ancora immersi nel nostro quotidiano, gli ambienti interni appaiono freddi rispetto all’immaginario collettivo di un classico ambiente invernale, così sobri, minimali e intrisi di queste tonalità pastello appena accennate e del tutto irreali.

La Whinter House non ha un look futuribile, da uno sguardo alla storia dell’architettura ma soprattutto si definisce in un mix di sogno e realtà senza tempo.

Un progetto quindi che vuole distinguersi chiaramente dalla realtà del mondo vero e dare un’impronta personale al pensiero degli artisti nel mondo virtuale. L’architettura nel metaverso sarà davvero sostenibile?

Winter House è un progetto preliminare che imposta il lavoro di uno studio che Reisinger sta costituendo insieme ad altri partner nel metaverso, un progetto per ogni metaverso presente e futuro. Per chi non si accontenta!

I crediti delle immagini sono di: @reisingerandres | reisinger.studio | @albadlfuente_

» Leggi tutti gli articoli di Progettare sostenibile (#edificiNzeb)

Cristina Molteni: Laureata in architettura al Politecnico di Milano, si occupa di progettazione e di direzione lavori, con particolare attenzione agli edifici Nzeb e alle caratteristiche ecosostenibili dei materiali; svolge studi di fattibilità per lo sviluppo e la riqualificazione urbanistica | Linkedin

L’articolo L’architettura nel metaverso sarà green? è stato pubblicato su Magazine Green Planner.

Di

X