Una sfida di sviluppo applicativo per chi vuole aiutare a migliorare l’impatto del business delle aziende attraverso strumenti avanzati che usano l’intelligenza artificiale, il machine learning e il cloud analytics

Lo sforzo per rendere l’industria e il business più green passa anche dallo sviluppo di tool software che aiutino le aziende ad analizzare meglio i dati dei loro impianti produttivi, prendendo le necessarie decisioni per decarbonizzare la loro attività.

Da qui l’iniziativa di Sas, azienda che opera nel campo del software per l’analisi dei dati, che attraverso il suo Global Hackathon lancia una sfida a team di sviluppatori per trovare le migliori soluzioni ai problemi ambientali o umanitari, utilizzando la tecnologia e il potere dell’analisi dei dati.

Lo scorso anno, per esempio, il team vincitore – LivNSense – ha permesso di ridurre l’impatto degli impianti chimici e dei forni di steam cracking, che servono a produrre attraverso benzina ed etilene materiale plastico per articoli che utilizziamo ogni giorno.

L’importante è stimolare l’inventiva delle persone e, naturalmente, fornire loro gli strumenti e le conoscenze necessarie per realizzare applicazioni che possano migliorare la vita delle persone, rendere più sostenibile la produzione delle imprese e proteggere il Pianeta.

La curiosità porta all’innovazione e, dice Einar Halvorsen, Global Hackathon Lead di Sas, “le grandi idee possono venire da chiunque, ovunque. Quando gli appassionati di dati si riuniscono da diverse regioni, con diversi background e livelli di abilità, possono accadere cose incredibili“.

Cosa accaduta nelle edizioni precedenti del Global Hackathon, con team che hanno ottenuto il riconscimento per l’utilizzo innovativo dell’Ai e del machine learning, della computer vision e dell’IoT per salvare la vita dei primi soccorritori tramite semafori intelligenti; studiare il riciclaggio del letame per aumentare la produzione alimentare e migliorare l’ambiente; analizzare i movimenti dei pazienti tramite una soletta intelligente per limitare la perdita di equilibrio e il conseguente rischio di caduta; aiutare le banche ad allineare meglio i loro portafogli con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

I team interessati a partecipare a questo hackathon – che potranno essere composti di persone provenienti da una o più organizzazioni o da singoli partecipanti in cerca di un gruppo a cui unirsi – dovranno registrarsi sul sito dell’iniziativa entro il 15 febbraio 2022.

Le squadre dovranno fornire una breve descrizione della sfida reale che vogliono affrontare e risolvere in una delle seguenti categorie:

agritech
banking
energy
healthcare and life science
insurance
IoT
manufacturing
pubblica amministrazione
retail
telecomunicazioni

Nel mese di marzo i partecipanti faranno networking e collaboreranno tra di loro e con i mentor e i partner Sas per migliorare le idee e le applicazioni sviluppate.

In seguito, ad aprile verranno selezionati i finalisti che potranno interagire con gli esperti di Sas per un ulteriore affinamento della loro applicazione. In seguito, i vincitori verranno annunciati nel corso di un evento Sas.

L’articolo Un hackathon per migliorare la sostenibilità del business è stato pubblicato su Magazine Green Planner.

Di