Non c’è sviluppo futuro senza sostenibilità – a tutto tondo, economica, ambientale e sociale – e senza economia circolare. Sono finiti i tempi del’usa e getta e oggi, i prodotti, soprattutto di elettronica, devono essere progettati anche per il loro fine vita. Tra le aziende di elettronica più attive in campo green c’è Lenovo, tra i leader del mercato It, che si è posta obiettivi sfidanti. Ne parliamo con Natasha Perfetti, marketing manager di Lenovo Italia

Contrasto al cambiamento climatico attraverso l’utilizzo di energie rinnovabili e attività di compensazione delle emissioni, potenziamento delle pratiche di economia circolare per ridurre l’impatto ambientale dovuto alla produzione e alla distribuzione dei prodotti, spingere sempre di più sull’uso di materiali riciclati.

Lenovo da tempo si impegna per ridurre la sua impronta di carbonio – offrendo anche ai suoi clienti strumenti per valutare e calcolare il proprio impatto – e nel suo report Esg ha messo nero su bianco gli obiettivi che l’azienda vuole raggiungere nella riduzione delle sue emissioni e in favore dell’inclusione sociale.

Lenovo, sostenibilità e obiettivi Esg

Un’operazione “circolare” che abbraccia vari settori aziendali e prende in considerazione diverse attività perché, per essere davvero sostenibili, le aziende devono considerare gli aspetti ambientali – environment – quelli sociali – attenzione alla comunità e ai propri clienti per restituire parte del valore generato – ma anche la propria governance interna, adottando procedure di inclusione e di attenzione verso l’etica del lavoro e delle relazioni.

Insomma, stiamo parlando di Esg e per approfondire il tema abbiamo intervistato la marketing manager di Lenovo Italia, Natasha Perfetti, con la quale abbiamo affrontato il tema green a tutto tondo.

Natasha Perfetti, country marketing manager Lenovo

Obiettivi Esg: quali azioni e in quali aree si sta muovendo Lenovo?

A inizio settembre abbiamo presentato il nostro report annuale sui temi ambiente, sostenibilità e governance pubblicando i progressi fatti nei diversi settori e i piani per lo sviluppo di tecnologie intelligenti che consentano un futuro migliore e sostenibile per tutti.

Tra questi, abbiamo fissato importanti nuovi obiettivi nel campo del contenimento del cambiamento climatico, dell’economia circolare e dell’utilizzo di materiali sostenibili.

In particolare, Lenovo si impegna a migliorare del 50% l’efficienza energetica dei suoi desktop e server e del 30% quella di notebook e prodotti Motorola entro l’anno fiscale 2029/30.

L’azienda ha inoltre annunciato l’obiettivo di acquistare il 90% dell’energia elettrica che utilizza da fonti rinnovabili e di rimuovere un milione di tonnellate di emissioni di gas serra dalla sua supply chain entro l’anno fiscale 2025/26.

Questi obiettivi contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi 2030 basati su riscontri scientifici, che includono la riduzione delle emissioni di ambito 1 e 2 del 50% e la riduzione del 25% delle emissioni lungo tutta la catena del valore in tre aree primarie (prodotti, fornitori e trasporti).

Lenovo proseguirà nella propria transizione verso un’economia circolare attraverso la propria catena di fornitura e l’innovazione nella progettazione dei prodotti, ottimizzando l’utilizzo di materiali sostenibili per ridurre al minimo gli sprechi.

Entro l’anno fiscale 2025/26, il 100% dei Pc prodotti conterrà materiali riciclati post-consumo e il 90% degli imballaggi in plastica sarà realizzato con materiali riciclati.

Gli imballaggi per smartphone utilizzeranno il 50% di plastica monouso in meno e vedranno una riduzione del 10% nelle loro dimensioni e volume entro l’anno fiscale 2025/26.

Inoltre, Lenovo abiliterà il riciclaggio e il riutilizzo di 363 milioni di chilogrammi di prodotti dismessi e avrà utilizzato 136 milioni di chilogrammi di plastica riciclata post-consumo nei suoi prodotti.

Oltre a perseguire obiettivi ambientali, Lenovo si impegna a promuovere un ambiente inclusivo. Entro l’anno fiscale 2025/26, Lenovo ha fissato nuovi obiettivi di rappresentatività, puntando a un 27% di donne fra i propri top manager globali (rispetto al 21% nel 2020) e a un 35% di minoranze sottorappresentate negli Stati Uniti (rispetto al 29% nel 2020).

Dopo l’apertura nel 2020 del Product Diversity Office, entro l’anno fiscale 2025/26 Lenovo mira a far validare il 75% dei suoi prodotti da esperti di design inclusivo per garantire che rispondano alle esigenze di ogni persona, indipendentemente dalle sue caratteristiche fisiche o abilità.

Non c’è sostenibilità senza attenzione al sociale…

Grazie a Lenovo Foundation, l’azienda è impegnata nel consentire alle comunità sottorappresentate di accedere alla tecnologia e all’istruzione Stem – science, technology, engineering and mathematics – attraverso le proprie tecnologie intelligenti.

Ci siamo posti l’obiettivo di avere un impatto positivo sulla vita di 15 milioni di persone attraverso programmi e partnership filantropiche entro l’anno fiscale 2025/26, con l’obiettivo ulteriore di migliorare le condizioni di un milione di persone attraverso la formazione professionale, lo sviluppo di competenze lavorative e la fornitura di dispositivi.

In Italia, Lenovo ha avviato diversi progetti per aiutare le comunità in cui opera. In collaborazione con il Comune di Milano ed Energie Sociali Jesurum abbiamo promosso la campagna #RiavviaMi per invitare i cittadini dell’area metropolitana di Milano a donare computer e smartphone inutilizzati, per ricondizionarli e metterli a disposizione dei giovani studenti.

Da molti anni siamo partner tecnologico di Powercoders, l’accademia di coding per rifugiati presente a Milano e Torino. Tra le iniziative a cui teniamo particolarmente, il sostegno alla Ngo African Dream Onlus per sostenere i progetti educativi in Uganda e Zambia, a sostegno del percorso Stem di giovani studenti in diverse aree, come il College St. Daniel di Omyer.

Risparmio energetico: c’è grande attenzione da parte vostra su questo tema. Ce ne può parlare?

Come dicevamo, ci siamo posti importanti target per il raggiungimento degli Obiettivi 2030 basati su riscontri scientifici, che includono la riduzione delle emissioni di ambito 1 e 2 del 50% e la riduzione del 25% delle emissioni lungo tutta la catena del valore in tre aree primarie (prodotti, fornitori e trasporti).

Lenovo ha l’obiettivo di migliorare del 50% l’efficienza energetica dei suoi desktop e server e del 30% quella di notebook e prodotti Motorola entro l’anno fiscale 2029/30.

L’azienda ha inoltre annunciato l’obiettivo di acquistare il 90% dell’energia elettrica che utilizza da fonti rinnovabili e di rimuovere un milione di tonnellate di emissioni di gas serra dalla sua supply chain entro l’anno fiscale 2025/26.

L’articolo Non c’è futuro senza sostenibilità: la parola a Lenovo è stato pubblicato su Magazine Green Planner.

Di

X