Una tastiera "solare" che si fa in tre

La nuova tastiera wireless Logitech K760 è davvero spettacolare: non solo si ricarica utilizzando la luce solare (ma anche internamente è in grado di sfruttare la luce di una lampada); in più è in gradi di “accoppiarsi” con tre device Apple contemporaneamente senza perdere la sincronizzazione: un Mac, un iPad e un iPhone.

logitech-k760

Il prodotto di Logitech arriverà nei negozi in questo mese di giugno a un prezzo di circa 80 dollari.

L’utilizzo di energie sostenibili si sta quindi facendo sempre più massiccio anche per la realizzazione di prodotti di largo consumo. Sono sempre di più infatti le iniziative e le soluzioni che rispettano l’ambiente e si avvalgono di forme di energia eco compatibile. In Italia i Comuni e gli Enti, oltre alle aziende private, cominciano a essere molto sensibili all’adozione di queste tecnologie e soluzioni che trovate quotidianamente descritte in Green Planner Magazine, rivista online dedicata agli sforzi che vanno nella direzione di un uso sostenibile di ambiente e tecnologia.

Hai un iPhone nel reggiseno o sei contenta di vedermi?

pocketbra-520x346SI chiama JoeyBra ed è un portafoglio innovativo per le ragazze che vogliono libertà di azione e non doversi portare appresso borse, borsette e zainetti.

Certo il look è molto aggressivo… ma la comodità?

Il progetto, pubblicato su KickStarter.com ha già raccolto un finanziamento di 830 dollari da circa 20 entusiasti (o guardoni) finanziatori.

Se volete vederlo diventare un vero prodotto avete ancora 20 giorni per partecipare al finanziamento.. nel frattempo godetevi il video 🙂

Cosa usa Google per raffreddare i server? Gli scarichi dei bagni

A volte le idee più semplici sono anche le più geniali, avete presente l’uovo di Colombo?

Bene, Google, da qualche parte della profonda Georgia (USA) utilizza gli scarichi dei bagni per raffreddare i suoi server.

Perché sprecare acqua buona? Geniale… bravi!

Letta su Gizmodo nel post Somewhere in Georgia, a Flushed Toilet Is Helping Google Cool Its Servers

Ikea: più facile montare se c'è il video online

Premetto che a me montare i mobili Ikea piace (molto meno invece andare a sceglierli e comprarli…) e che trovo le istruzioni scritte precise e semplici da seguire.

Però, ammetto che, per molte persone che hanno una manualità magari meno sviluppata della mia, concludere il montaggio di un mobile sia difficoltoso.

A loro consiglio di cercare sul canale Ikea di Youtube (il canale è quello della filiale Usa del colosso svedese) il mobile che devono montare e seguire a video le semplici spiegazioni. Così anche il letto Malm si assembla in un attimo…

Impossibile combinare guai… e complimenti a Ikea, che così ha trovato un canale in più per fare marketing e ottenere risultati dai motori di ricerca.